mercoledì 6 maggio 2015

Tommaso Bianco (parte 3) in action

Ecco alcuni brani tratti dalla rete in cui Tommaso Bianco interpreta un omaggio a Eduardo de Filippo recitando tra l'altre queste celeberrime parole dette nella commedia, sempre di Eduardo, "sabato domenica e lunedì:

Sono Pullecenella Cetrulo, servo devoto di chi lo apprezza e per chi disprezza, di chi lo arrepezza  e di chi lo scapezza.
Lascio ai piedi di questo nobile simposio insimposiato una lacrima grande e lunga quant'è una cocozzella...
 ma il dovere mi chiama: la turba in turbulazione mi aspetta.
Il richiamo delle tavole tarlate e traballanti è più forte della fragranza di questo ragù... prioriano di donna Rosa.
Sunate campane, sparate li botte. Sciacquitte facite per tutta la notte e a chist signure che m'hanno senuto... 'nu vaso 'le manno ... e 'nu bellu saluto.


In questo video il maestro è in un momento dello spettacolo "l'ultimo Pulcinella" a Bologna con Massimo Macchiavelli e interpreta una "improvvisazione" tratta dagli "Zanni e la madonna".
Precisamente si tratta del brano iniziale in cui Arlecchino e Pulcinella vedono un merlo e se lo vogliono mangiare.  





Questi schizzi invece li ho "rubati" durante una trasmissione andata in onda su Canale 21 negli anni '90 intitolata "nuttata 'e sentimento"